Guida utile alla Certificazione Leed®

Compreresti una macchina Euro 0 che inquina? Sicuramente no! Nel prossimo futuro questa sara' la domanda simile che dovremo porci non appena decideremo di acquistare una nuova casa o acquistare una casa da ristrutturare o ristrutturata.

Sappiamo con certezza che il problema dell'energia sara' uno dei maggiori problemi che l'intera umanità dovrà affrontare nel prossimo futuro.

Se da una parte appare indubbio che ci stiamo avvicinando inesorabilmente al picco del petrolio, dall’altra il contenuto inquinante di molte fonti di energia, rischia di apportare danni irreversibili all’intero eco-sistema mondiale.

Lo sviluppo di fonti di energia rinnovabili, traccia la strada dello sviluppo sostenibile, ma è chiaramente quella del risparmio energetico e dell’eco-sostenibilità la strada più agevole e d’immediata applicazione per abbattere l’inquinamento ed affrontare la crisi energetica.

» Gli immobili consumano da soli il 72% di tutta l'elettricita'*

Recenti stime d’oltreoceano rivelano che l’edilizia è responsabile del consumo di oltre il 70% di tutta l’elettricità prodotta (1) con un’emissione del 38% di CO2 nell’atmosfera (dato EIA 2008) : ne consegue che una corretta politica di risparmio energetico negli immobili, non solo negli Stati Uniti, ma in tutti i paesi industrializzati, avrebbe rilevanti ripercussioni sui consumi complessivi.

Sulla scorta di questi dati, da più di un decennio, negli Stati Uniti è stato elaborato un innovativo modello di lavoro in ambito edilizio basato sul controllo e contenimento delle emissioni pericolose e dunque l’adozione di un’ecologia per la costruzione e la ristrutturazione degli edifici, di qualunque genere.

Si tratta dello standard LEED® che sta per Leadership in Energy and Environmental Design: uno standard di costruzione basato su alcuni principi fondamentali quali il contenimento dell’energia impiegata anche attraverso l’uso di materiali riciclati e riciclabili, il controllo delle fonti inquinanti (sia in fase di costruzione, sia in quella di utilizzo dell’immobile e dei locali in esso presenti) e dell’impegno di mantenere un ambiente confortevole per chi vi dovrà risiedere.

Nell'aprile del 2011 anche in Italia, con grande soddisfazione di Richard Fredrizzi, presidente fondatore di USGBC, è stato reso pubblico lo standard LEED Nuove Costruzioni, basato su una revisione dello standard Americano.

» Incremento del 20-25% entro il 2015 = opportunita' per i giovani!

Sebbene la crisi internazionale stia facendo parecchi danni, come sta andando l'economia di chi sta investendo in questi settori? Beh, bastano questi pochi dati per rendersene conto: l’edilizia ‘verde’ non residenziale è cresciuta da un +2% nel 2005 al +10-12% del 2008 (!), ed è attesa attestarsi al 20-25% entro il 2014. Negli Stati Uniti é stimato che il settore delle costruzioni ecologiche creerà 7,9 milioni di nuovi posti di lavoro (dati McGraw Hill Construction 2009).

Energia ed inquinamento sono oramai i poli attorno ai quali si costruirà il futuro non solo dei paesi industrializzati, ma anche di quelli in via di sviluppo. Costruire risparmiando energia e salvaguardando il benessere ambientale e delle persone, è dunque il futuro dell’edilizia. Un futuro in senso lato, infatti, l’incremento dei modelli di lavoro edilizio basati sugli standard LEED apre interessanti prospettive occupazionali per i giovani e non solo, permettendo anche a piccole imprese di scoprire nuove ambiti di mercato.

Nazioni come la Cina o come gli Emirati Arabi, con il faraonico progetto per la costruzione della prima citta' ecosostenibile Ras Al Khaimah, fanno nascere degli interrogativi sul perche' ci sia cosi' tanto interesse a costruire citta' ecologiche. Le aziende italiane sono avvisate: se riusciranno a cogliere le opportunità offerte dal LEED® , potranno nuovamente ripartire alla grande e creare le basi per un nuovo futuro dove la concorrenza si giochera' sull'abilita' di progettare reciclando.

L’incidenza dei maggiori costi di costruzione, legati all’applicazione degli standard ecologici, potrebbe scoraggiarne la diffusione del cd. “gren building” residenziale. E’ attesa tuttavia una decisa crescita delle iniziative pubbliche nella direzione di costruzioni e politiche d’incentivo alle costruzioni, secondo i nuovi standard ecologici, che potrebbe trascinare anche il settore residenziale.

Inoltre a fronte di marginali incrementi dei prezzi iniziali di costruzione, occorre considerare i risparmi economici successivi, legati al risparmio energetico ed alla migliorata qualità della vita.

L'inquinamento che respiriamo

Gli ambienti nei quali trascorriamo il nostro tempo, a casa e al lavoro, non sono salubri quanto riteniamo, in molti casi l’aria esterna risulta essere meno inquinata. Nei contesti lavorativi nei quali operiamo e in quelli domestici nei quali trascorriamo il nostro tempo con la famiglia, sono presenti numerose fonti di inquinamento aeriforme di cui non conosciamo l’esistenza e delle quali nemmeno sospettiamo la pericolosità. I moderni canoni estetici e funzionali hanno inseguito il bello ed il funzionale dei prodotti, anche rispetto alle esigenze dettate dalla moderna scienza ergonomica. Tutti fattori che non di rado hanno trascurato i rischi collegati a fenomeni di emissione di sostanze dovuti ai trattamenti del legno, ma anche a vernici, collanti, stoffe o plastiche.

Ma c’è modo di garantire che un prodotto sia testato contro le emissioni inquinanti all'interno degli edifici?
Sì, Greenguard, con il programma "Greenguard Indoor Air Quality". I prodotti certificati da "Greenguard" si distinguono per le basse emissioni di inquinanti negli interni, il GEI ( Greenguard Environmental Institute) - organizzazione indipendente senza scopo di lucro, fondata per creare ambienti interni più sani - dirige e amministra il programma di certificazione di prodotti Greenguard.

» Mappatura prodotti Leed

Alla luce di queste nuove opportunità per le aziende italiane che investono in prodotti per la sostenibilità energetica e ambientale, è fondamentale disporre delle competenze adeguate per attestare la conformità del proprio prodotto rispetto ad alcuni dei crediti forniti nello standard LEED NC Italia 2009.

La vastità e complessita' dell'argomento richiede che il tutto venga affidato ad esperto.

  • Corsi Leed
    Corsi, Eventi
    & Seminari

    Come si diventa un LEED AP? Dove posso aggiornarmi per sfruttare le nuove opportunità delle costruzioni verdi? Ecco un elenco di corsi interessarti.

  • Case History Leed
    Esempi Edifici
    Certificati Leed

    Ogni mese in Europa e finalmente anche in Italia, nascono nuove costruzioni basate sui principi del LEED. Ecco le ultime certificazioni.

  • Consulenza LEED gratis
    Chiedi
    all'esperto Online

    Hai un dubbio sul Leed e non sai a chi rivolgerti? Un servizio GRATUITO per chiedere informazioni al nostro esperto, a tua completa disposizione!